22 Novembre 2019
[]

News
percorso: Home > News > News Generiche

Corso anti-bullismo I’Giglio: imparare a difendersi e a stimarsi

30-08-2019 12:19 - News Generiche
Per prima cosa, la Polisportiva si rivolge ai genitori dei bambini e dei ragazzi che sono o potrebbero essere vittime del fenomeno che negli ultimi anni si sta diffondendo in maniera preoccupante: il bullismo.
Chiunque può diventare vittima del bullismo, ma generalmente i più colpiti sono i bambini e i ragazzi fisicamente ed emotivamente fragili, introversi e insicuri, con la tendenza a isolarsi dal gruppo. Essi non riescono ad integrarsi e possono diventare, per questo, vittime ideali del divertimento del bullo. Questi bambini tendono a non manifestare il loro disagio, a non comunicarlo ai propri genitori, alle insegnanti, per vergogna o per paura di ulteriori ripercussioni. Questo isolamento e questo dolore, che non trovano sostegno ed elaborazione, provocano senso d’inferiorità danneggiando notevolmente l’autostima e lo sviluppo psicologico; di conseguenza, possono crearsi le basi per un futuro disturbo d’ansia, di personalità, dell’umore o di altro tipo e il bambino può arrivare a mettere in atto comportamenti pericolosi per se stesso.
A differenza della vittima, il bullo è apparentemente un ragazzo dominante, aggressivo, impulsivo e, grazie al suo comportamento autoritario, tende a essere il leader nel gruppo dei pari. I bulli possono mostrare scarsa empatia, non riconoscendo la sofferenza che provocano agli altri, e vantarsi dei comportamenti aggressivi con i compagni.
Se si è osservato che il proprio figlio/a è vittima di bullismo è importante intervenire senza trasmettergli ulteriore ansia o paura. Una buona prassi prevede che il genitore si mostri calmo e sicuro per poter sostenere e, in parte, potenziare l’autostima del proprio figlio. Aiutare il ragazzo a prendere consapevolezza di se stesso e delle proprie potenzialità, creando con lui un rapporto empatico e di comprensione, può essere di fondamentale importanza. La gestione delle emozioni e degli stati d’animo costituisce un valido approccio al problema; i bulli, infatti, usano provocare e, riscontrando decisione e risolutezza, potrebbero desistere.
I ragazzi possono imparare a rispondere agli attacchi verbali mettendo in atto un comportamento deciso, e non aggressivo, che il bullo non si aspetta. È necessario educarli a riportare ai genitori gli episodi di bullismo che hanno subito a scuola, o in altri contesti, e spiegare loro che non sono sbagliati, ma errato è il comportamento dei loro aggressori. In questo modo, il genitore può alleviare la percezione di inferiorità e il senso di inadeguatezza dei propri figli e consentire loro di vedere il problema da un’altra prospettiva.
Visto che non è facile, in poco tempo, cambiare l’atteggiamento di un ragazzo impaurito e chiuso in se stesso (che manifesterà anche uno specifico comportamento non verbale), può essere utile far intraprendere un percorso apposito al ragazzo.
Alla luce di quanto detto, la Polisportiva propone un corso antibullismo; tali corsi sono, infatti, molto utili per ricostruire la fiducia in se stessi e imparare a difendersi potenziando la propria struttura fisica e psicologica. Il ragazzo imparerà anche tecniche di autodifesa da utilizzare unicamente in casi estremi.
Nel mese di ottobre si terranno 2 speciali corsi antibullismo di cui uno per bambini/e delle scuole elementari e uno per i ragazzi/e delle scuole medie. L’insegnante sarà il Maestro di Krav Maga (il famoso metodo di autodifesa dell’esercito israeliano) Marco Pistolesi, allievo diretto del Maestro Israeliano Amnon Maor. Collaboreranno al progetto, due Dottoresse in Psicologia che, una volta al mese (con la possibilità di aumentare il numero di incontri), saranno a disposizione dei ragazzi per ascoltarli, dialogare con loro e verificarne i progressi. Uno spazio di ascolto sarà dedicato anche ai genitori interessati, a fine lezione.

Per informazioni sui corsi antibullismo o per corsi di autodifesa potete chiamare Marco Pistolesi 3397886531 oppure scrivere alla mail marcogarbik@yahoo.it. Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito www.polisportivaigigliocastelfiorentino.it e sulla pagina Facebook “Polisportiva I’Giglio”.



Fonte: Addetto stampa

siti web by www.ideositiweb.it